Guida tappeti

I tappeti rendono caldo e accogliente un ambiente, ma quale tappeto è il più adatto a una stanza e quale forma si presta meglio ai diversi mobili e alla relativa disposizione? Abbiamo sintetizzato di seguito alcune idee e regole che vi possono aiutare nella scelta del tappeto perfetto.

 

Soggiorno

In soggiorno si deve posizionare il tappeto nel punto destinato a essere il più accogliente e in cui si riunisce tutta la famiglia: la zona divani. La soluzione più semplice si ha quando il divano è unico. Il tappeto può infatti essere collocato davanti o sotto il divano. Per la sistemazione di diversi elementi divano e poltrone, la cosa migliore è che tutti i mobili siano disposti sul tappeto. Si ottiene così un effetto visivo di coesione.

Romantico e funzionale: il tappeto in tessuto dai toni pastello

Affinità ottica: un tappeto fa incontrare pezzi d'arredamento diversi e crea armonia


Sala da pranzo

In sala da pranzo bisogna essere generosi. Per essere “giusto”, un tappeto deve coprire tutto il posto sotto il tavolo, comprese le sedie. L’effetto migliore si ottiene se la forma del tavolo e del tappeto è la stessa. Per esempio: tavolo rotondo e tappeto rotondo o tavolo quadrato su tappeto quadrato.

Senza tempo: un tappeto dal colore neutro è elegante e si addice a ogni nuova tendenza

Trucchetti consentiti: se il tappeto è troppo piccolo è possibile metterne diversi uno accanto all'altro o leggermente sovrapposti


Camera da letto

Una regola simile vale anche per la camera da letto. Anche in questo caso l’effetto più armonioso si ottiene se il tappeto spunta ampiamente da sotto il letto – e in modo simmetrico da ogni lato. Si deve vedere la stessa porzione di tappeto sulla destra e sulla sinistra. Nelle stanze più piccole si può ottenere un ottimo effetto piazzando due tappeti singoli a sinistra e a destra del letto. Per assicurare ai piedi un risveglio caldo e morbido si possono usare per esempio soffici velli.

Attira gli sguardi su di sé: un tappeto con motivi vistosi è perfetto per un arredamento semplice

Un soffice inizio di giornata: le pelli di pecora creano un'atmosfera piacevole e mantengono i piedi caldi


Tappeti diversi richiedono cure diverse, anche di questo occorre tenere conto nella scelta. Ci sono tappeti a pelo alto, come i tappeti flokati o shaggy, varianti a pelo corto o tappeti del tutto piatti senza pelo, come alcuni tappeti orientali o in sisal.

Pelo alto

I tappeti a pelo alto sono soffici, morbidi e caldi. Possono essere puliti con l’aspirapolvere e devono essere sbattuti ogni due settimane. Qualora vi si versino sopra delle bevande o altro sono però più difficili da pulire di altri. Il pelo corto risulta inoltre più adatto per le persone allergiche agli acari della polvere.

Pelo corto

I tappeti a pelo corto sono molto eleganti e pregiati. Le macchie sono facili da rimuovere con una leggera saponata e lo sporco può essere aspirato con l’aspirapolvere.

Senza pelo

I tappeti interamente senza pelo sono freddi ed essenziali. Sono ideali per chi soffre di allergie e sono facili da pulire.