1. Pagina iniziale
  2. Un angolo per lo studio nella camera dei bambini

Un angolo per lo studio nella camera dei bambini


Il nuovo piano di studio 21 promette meno compiti a casa ma al contempo più lezioni alla settimana e meno tempo libero. È quindi ancora più importante non sprecare tempo prezioso dovendo far e cercando per l’ennesima volta la gomma per cancellare. Secondo il coach per l’apprendimento Fabian Grolimund, uno studio efficiente inizia con la sistemazione giusta della postazione di lavoro. Una bella scrivania è un buon inizio. Chi inoltre deve continuamente alzarsi durante lo studio per cercare vari oggetti spreca ogni volta tempo ed energia che gli servirebbero per concentrarsi sui compiti. Numerosi articoli di cartoleria offrono un aiuto supplementare. Con un set per ufficio la gomma ha il suo posto fisso e con un portamatite si trova subito la matita giusta. Le cartelle creano ordine tra i vari materiali didattici e delle lezioni. E chi possiede già una comoda sedia da ufficio ha le condizioni di partenza ideali per riuscire a finire con successo i compiti di scuola.

I bei ricordi danno energia per lo studio: Uno sguardo al portafoto a sospensione appeso di fronte alla scrivania con le fantastiche foto delle vacanze estive rilassa la mente e fa apparire un sorriso sul viso. Anche le tabelle delle moltiplicazioni o il vocabulaire français e i first English words trovano il loro posto ideale prima di essere finalmente memorizzati.

Come stimolare il cervello

I seguenti consigli per la concentrazione possono anche essere appesi alla ghirlanda. Se si ripetono regolarmente è possibile incrementare la concentrazione.

  •  Contare le lettere: scegli un testo e conta tutte le C senza annotarle. Più intenso: scegli 2 o 3 lettere diverse simultaneamente. Se mamma o papà aiutano è più divertente: chi vince?
  • Contare i passi: sulla strada verso scuola e la lezione di sport o durante una gita.
  • Scrivere al contrario. Risate assicurate!
  • Non farsi distrarre dal cellulare o dalla rivista sulla scrivania. I bambini non sono bravi a ignorare gli stimoli che potrebbero distrarli.
  • Fare delle pause dedicate al movimento durante lo studio. La capacità di attenzione dei bambini tra i 7 e i 10 anni è in media di 20 minuti. Non fare pause più lunghe di 5-10 minuti. La cosa migliore è muoversi: saltare sul trampolino, giocare a calcio, cambiare stanza.
  • Il cervello viene sfruttato al massimo se può leggere, sentire e recitare la materia da studiare.
  • Pianificare ripetizioni a intervalli regolari, non solo dopo aver studiato la materia, ma sempre dopo brevi sequenze di studio.

Una merendina per stimolare la concentrazione.

Ora di punta prima di andare a scuola. Dove è finita la borsa dello sport? Oh, il piccolo oggi passerà la giornata nel bosco. Cambio di tenuta all’ultimo minuto! E un bambino si rifiuta di nuovo di mangiare la colazione? Nessun problema: in base a ultimissimi studi alimentari sul tema del digiuno a intervalli, la colazione sembra essere un pasto sopravvalutato. Per i piccoli scolari che necessitano di energia basta preparare una merenda più grande.

Micasa ha ora in assortimento i compagni ideali per le pause di scuola o un pranzo veloce. Allettanti box per verdura, merende e insalata danno al tuo bambino ciò che gli serve. In combinazione vi sono bicchieri chiudibili e ben sigillati. Il rientro a scuola può dunque iniziare senza drammi né conflitti, ma pieno di piccole sorprese motivanti per i tuoi bambini.


Vous devriez également aimer

Consigli per il bricolage con garanzia di successo

Consigli per il bricolage con garanzia di successo

Mancano solo alcuni elementi decorativi per completare il «look panda». Perché non sfruttare la propria creatività?

Per bambini dai 7 ai 12 anni

Per bambini dai 7 ai 12 anni

Anche l'ordine diventa sempre più importante dato che, oltre al gioco e al divertimento, bisogna sbrigare i doveri scolastici. In poche mosse è possibile riorganizzare tutto lo spazio.